Carmine Abate “leader” della cinquina Finalista del Premio Letterario “CAMPIELLO 2012 ” di Venezia

campiello
campiello

Con otto voti, “La collina del vento” del calabrese Carmine Abate (Mondadori) guida la cinquina del 50 Premio Campiello;

La competizione per l’aggiudicazione del prestigioso riconoscimento è dunque ristretta a Francesca Melandri; Marco Missiroli; Giovanni Montanaro e Marcello Fois, oltre che allo scrittore calabrese,naturalmente.

Un romanzo che comincia con l’omicidio di due giovani in circostanze misteriose e termina affrontando il tema spinoso della difesa del territorio. Una super sintesi, quella di cui sopra, perchè le storie, e quella di Abate in partucolare, vanno lette, introitate.

Nella scrittura di Abate c’è la geografia della Calabria, la sua storia in pratica. Il luogo  in cui si svolge gran parte delle vicende è reale e ad un tempo mitico: Rossarco, una leggendaria, enigmatica altura a pochi chilometri dal mar Jonio, dove il vento soffia forte, senza soste. Un vento che non piega la resistenza ai soprusi degli Arcuri,di chi custodisce la collina. Nel romanzo di Abate si intrecciano una storia famigliare affascinante e una storia di popolo.

Carmine Abate La collina del vento Mondadori, euro 17,50

Print Friendly