Cinema Gatto: Programma 23/03/2012 ” Com’è bello far l’amore

 

TRAMA DEL FILM COM’È BELLO FAR L’AMORE:

Com’è bello far l’amore vede protagonisti Andrea e Giulia, una solida coppia di quarantenni, con un figlio adorabile, una bella casa e una tranquilla vita coniugale. Forse un filino troppo tranquilla… Andrea e Giulia, infatti, come tutte le coppie della loro età con figli grandi, non fanno sesso. Ma nella loro vita tutto cambia il giorno in cui in casa piomba Max, un vecchio e caro amico di Giulia, che di professione fa il pornodivo. Max stravolge subito i ritmi sonnacchiosi della casa e Giulia lo nomina da subito suo consigliere personale, nel tentativo disperato di rivitalizzare il suo matrimonio con Andrea.

USCITA CINEMA: 10/02/2012
GENERE: Commedia
REGIA: Fausto Brizzi
SCENEGGIATURA: Marco Martani, Andrea Agnello, Fausto Brizzi
ATTORI:
Fabio De Luigi, Claudia Gerini, Filippo Timi, Giorgia Wurth, Virginia Raffaele, Alessandro Sperduti,Michela Andreozzi, Eleonora Bolla, Franco Trentalance, Pasquale Petrolo, Michele Foresta, Enzo Salvi

Ruoli ed Interpreti

FOTOGRAFIA: Marcello Montarsi
MONTAGGIO: Luciana Pandolfelli
MUSICHE: Bruno Zambrini
PRODUZIONE: Wildside Media; in collaborazione con Medusa Film, Sky Cinema, Mediaset
DISTRIBUZIONE: Medusa Film
PAESE: Italia 2012
DURATA: 97 Min
FORMATO: Colore 2D e 3D

Sito Italiano
Sito Ufficiale
CRITICA:
Con il garbo che sempre distingue le sue commedie, il regista dei vari Notte prima degli esami è riuscito ad affrontare, con la giusta malizia ma senza mai scivolare nella volgarità, il più grande tabù degli ultimi 4 secoli e mezzo, e cioè il sesso, piacere proibito che è stato prima demonizzato e giustificato solo se finalizzato alla procreazione, e poi esibito, mercificato e sminuito. Senza retorica e sfruttando quell’innata capacità di osservare il mondo che rende godibilissima la sua rubrica su un noto quotidiano nazionale, Brizzi ha il coraggio di entrare nelle camere da letto di adulti e adolescenti per dirci che i problemi sotto le lenzuola ce li hanno proprio tutti.
Print Friendly