Comunicati stampa dell’amministrazione comunale sui risultati della raccolta differenziata

Comunicati stampa dell'amministrazione comunale sui risultati della raccolta differenziata

A seguito del report dell’ARPACAL, apprendiamo con piacere l’inserimento della città di Trebisacce tra i comuni più virtuosi dediti alla raccolta differenziata.

Il risultato assume ancora più rilievo e importanza se si considera che tutti gli altri comuni che precedono la nostra città nella graduatoria, sono di dimensioni medio – piccoli in cui è più facile gestire ed organizzare la raccolta dei rifiuti porta a porta.

Il risultato è ancora più importante, perché Trebisacce si sviluppa su tre agglomerati urbani (Marina-Centro Storico e periferie come la località Pagliara), il che rende ancora più difficoltosa la raccolta dei rifiuti, peraltro in una città medio – grande.

In ogni caso  l’obiettivo, oltre che gratificare gli amministratori, deve costituire un ulteriore stimolo non solo per i cittadini che già collaborano attivamente, ma anche per coloro che ancora sono reticenti nella differenziazione dei rifiuti.

In tale contesto auspichiamo che ora, la Regione consenta ai comuni virtuosi come il nostro, di non sprecare tutto il lavoro svolto e le ingenti risorse impiegate, consentendo di smaltire i rifiuti organici nell’apposita discarica per il riciclo, senza mischiarlo a quello indifferenziato, con un aumento del costo di smaltimento.

A Trebisacce stiamo lavorando in silenzio per migliorare il risultato raggiunto, senza proclami e/o per avere riconoscimenti.

L’Amministrazione Comunale continuerà in tale direzione integrando la vigilanza e sanzionando coloro che, in violazione di ogni norma civile, continuano imperterriti ad abbandonare i rifiuti lungo le strade e nelle aree periferiche.

Intanto grazie a coloro che con sacrificio e grande senso civico ci aiutano a tenere Trebisacce pulita.

 

Il Delegato all’Ambiente                                                                                   Il Sindaco

Gianpaolo SCHIUMERINI                                                                  Avv. Francesco MUNDO

I dati del REPORT-ARPACAL, pubblicati ufficialmente qualche giorno fa, dimostrano come, all’interno del disastro calabrese, con una media dell’11,56% di raccolta differenziata, vi siano Comuni virtuosi e “ricicloni”.

Tra questi, Trebisacce è ai primissimi posti con il 40,1% di rifiuti differenziati nel 2011 ed il 50,8% del 2012.

Tutti i nostri sforzi, però, rischiano di essere vanificati dal comportamento scorretto di una parte di cittadini, che sistematicamente deposita i propri rifiuti nelle aree periferiche della nostra cittadina, creando discariche a cielo aperto che ne deturpano l’ambiente.

Questo, oltre a dare una pessima immagine di un Paese che vorrebbe ritornare ad avere una vocazione turistica, costringe l’Amministrazione comunale a spendere soldi pubblici per le relative bonifiche che gravano inevitabilmente sulle tasche dei tanti cittadini che invece praticano correttamente il sistema di raccolta “porta a porta”.

Bene, rispetto a questa situazione abbiamo deciso di applicare il concetto di tolleranza zero.

Saranno, infatti, intensificati i controlli da parte della Polizia Municipale e sarà installato un diffuso sistema di videosorveglianza che andrà in funzione entro la prima metà di giugno e che attenzionerà, nello specifico,: Viale del Lavoro; Viale dei Giardini; Viale Craxi (Panoramica); tutta l’area adiacente l’isola ecologica ed altre aree decentrate, prese di mira dagli “sporcaccioni”.

Tale sistema sarà collegato ad un terminale che potrà essere visionato quotidianamente dalla Polizia Municipale per l’identificazione dei trasgressori e per la notifica del verbale che prevederà una sanzione pecuniaria da 300,00 a 600,00 €uro.

Ci sembra questo l’unico modo per combattere in maniera efficace quei comportamenti incivili che sporcano una cittadina che vorrebbe presentarsi ai propri residenti ed ai turisti, che la sceglieranno come meta per le loro vacanze, in modo sempre più decoroso ed accogliente.

 

                                                                                                                      Gianpaolo SCHIUMERINI

                                                                                                                          Delegato all’Ambiente 

Print Friendly