Matera/Tito: Gezziamoci “Il Jazz Festival di Basilicata 2013 XXVI edizione”

Gezziamoci Estate 2013

Matera, Venerdì 16 agosto – Ospiti Sonanti per Concerti Dai Balconi

Itinerario musicale alla scoperta degli angoli acusticamente suggestivi nei Sassi.

Partenza ore 19.30 da Piazza Ridola 

Ore 22.30 – Terrazzo Le Monacelle, ingresso libero

I GIOVANI ACCADEMICI (Ortona)

Direttore Paolo Angelucci

ORCHESTRA “I GIOVANI ACCADEMICI”Accademia dello Spettacolo – ORTONA (Ch). Costituitasi nel novembre del 2011, su iniziativa del M° Paolo Angelucci, con il sostegno logistico e artistico dell’Accademia dello Spettacolo di Ortona (Ch), presieduta dal M° Gabriele de Guglielmo, l’Orchestra I GIOVANI ACCADEMICI è attualmente una delle realtà giovanili artisticamente più interessanti del panorama regionale. Consta di più di 30 elementi, che vanno dagli 11 ai 19 anni, ammessi a frequentare il corso previa audizione, provenienti da Chieti, Vasto, Lanciano, San Salvo, Pescara, Vacri e Ortona.

Finalità precipue del corso sono:

– quello di affinare la pratica strumentale per gli allievi che hanno già cominciato lo studio di uno strumento e desiderino approfondire oppure continuare un percorso formativo – musicale;

– favorire gli aspetti socio – relazionali derivanti dalla pratica d’insieme;

– dare l’opportunità a giovanissimi allievi di potersi esibire in pubblico, fare esperienza di tipo concertistico, conoscere il repertorio.

I programmi che l’orchestra esegue, variano da brani celebri tratti dal grande repertorio classico, fra cui spiccano i nomi di Pachebel, Bach, Mozart, Bernstein, Bartòk, Brahms, Shostakovic e Jenkins a brani più famosi tratti da colonne sonore di films, passando per i nuovi linguaggi del Nuevo Tango di Astor Piazzolla.

Il superamento di un esame di ammissione a far parte dell’Orchestra ha garantito inoltre la presenze di elementi di spicco e di notevole talento, garantendo così una qualità generale di alto profilo.

Si sono già interessati all’ensemble numerose istituzioni pubbliche, nonché enti artistici regionali rilevanti: Teatro “F. P. Tosti” – Ortona (Ch), Teatro Comunale “A. Di Jorio” – Atessa (Ch), Settimana Mozartiana – Chieti, Estate Musicale Frentana – Lanciano (Ch), Vasto Film Festival – Vasto (Ch).

A settembre l’Orchestra ha registrato il suo primo disco “Suoni per un Sogno” e in ottobre è prevista l’uscita del secondo volume della collana.

Matera, Sabato 17 agosto

  • Ø  Ore 21 – Giardino Le Monacelle – ingresso euro 5

Maurizio Mastrini, pianoforte “FLY” I parte

Mastrini, meglio conosciuto nel mondo come il pianista che suona al contrario è al centro dell’attenzione dei media in questo periodo . Maurizio Mastrini è uno dei maggiori pianisti e compositori incontaminati del panorama musicale e strumentale internazionale. 

La sua vita creativa musicale si esprime nel suo eremo in Umbria lontano dal  vortice  della vita quotidiana. Ciò lo rende incontaminato nelle sue creazioni e carico di emozioni che trasmette con le sue composizioni.

E’ stato definito “cuore selvaggio” per questo suo modo di essere e vivere un po’ “solitario” ma con un cuore che quando lo senti suonare esprime emozioni a tutto tondo. 

Le sue composizioni sono un anello di congiunzione tra i canoni classici della musica e la nuova Musica Classica Contemporanea, attraverso uno studio di ricerca colto ed emozionale, che si fonde, in alcune frasi, con la dodecafonia, ma senza recepire la  durezza armonica di quest’ultima.

Molte composizioni sono minimaliste, altre hanno una concezione matematica, alcune fatte di pochissime note “…anche poche note possono far emozionare e far piangere una persona” sostiene il maestro, altre invece presentano una tale abbondanza di suoni da far pensare a un’orchestra.

 Ø Ore 22.30

Quadro Flamenco

El Barrio Libertad

Teresa Barbieri, voce, baile, palmas

Giovanni Chiapparino, percussioni, cajon, palmas

Dario Fraccalvieri, chitarra flamenca

Fausta Maiorino, baile, palmas, cori

Ivan Romanazzi, chitarra, palmas

nasce nel 2005 e spazia dalla formazione base (canto ballo chitarra palmas) a formazioni variamente articolate a livello stentale e coreografico con la partecipazione di artisti ospiti (percussioni flauto violino) Il repertorio comprende i diversi palos  tradizionali del flamenco e ne esplora le radici e le contaminazioni derivanti dal mondo arabo e da quello zingaro. Ha suonato a festival sul territorio regionale e nazionale Di Suoni e di Danze (2006 2008) Festival di Paleariza (2008) Festival di Parchi Mediterranei (2007 2008) Festival Estate a Santeramo (2008 e 2009) Chinde Chiama Bari Storie del Vecchio Sud (2008) Notte bianca a Vibo Valentia (2008) Festa della 2009 ad Alberobello Terraterra a Bari 2010 Festival Kantun Winka a Mola di Bari nel 2011 e 2012 e a diverse rassegne anche a scopo benefico

 Matera Domenica 18 agosto

  • Ø  ore 5.00 – I Colori dell’Alba

Partenza da Piazza Matteotti (macchine proprie o in bicicletta)

Chiesa di Madonna delle Vergini

Maurizio Mastrini, pianoforte “FLY” II parte

 Ø Ore 19

Corte San Pietro Matera, via Bruno Buozzi 97 bis ingresso libero fino a esaurimento posti

En Sabir

Teresa Barbieri

Stefano De Dominicis

Silvana De Palma

Vito Giammarelli

Canti del Mediterraneo e oltre (I parte). In lingua Sabir, l’antica lingua dei porti del Mediterraneo.Incontro verbale di lingue romanze, mediterranee e frammenti dialettali: italiano, veneziano, genovese, siciliano, occitano, catalano, greco, arabo e turco.En Sabir. Crocevia di canti. Polifonie atemporali, evocative di tradizioni estinte… Sonorità terapeutiche, antiche ballate, viaggi vocali e poetici, capaci di creare in un luogo storie, leggende e racconti… passati di bocca in bocca, di secolo in secolo, di porto in porto…

 Ø Ore 21.30

Matera, Giardino Le Monacelle, ingresso euro 5

Rita Marcotulli, pianoforte

Cocco Cantini, sassofoni

Cocco Cantini, sassofoni – Rita Marcotulli è nata a Roma ed ha studiato Pianoforte e Composizione presso il Conservatorio di Santa Cecilia. Ha iniziato presto ad essere interessata al jazz ed alla composizione.

Tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta inizia a suonare professionalmente con piccoli gruppi e viene notata dalla critica per il suo tocco delicato e per la bellezza del suo stile, moderno e comprensibile.

Negli anni successivi diventa uno dei pianisti italiani più richiesti a livello internazionale. Lavora regolarmente, spesso in studio di registrazione, con artisti europei e americani come Chet Baker, Jon Christensen, Palle Danielsson, Pino Daniele, Peter Erskine, Steve Grossman, Joe Henderson, Noa, Nguyen-le, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Enrico Rava, Dewey Redman, Aldo Romano, Kenny Wheeler e Norma Winstone.

Già nell’87 un referendum indetto dalla rivista “Musica Jazz” la classifica come miglior nuovo talento musicale dell’anno. Dal 1988 al 1990 fa parte della band di Billy Cobham e nel 1988 lascia l’ Italia per la Svezia, dove resterà fino al 1992: anche lì viene molto apprezzata come pianista e dal canto suo, vi assimila la passione per la ricerca e la sperimentazione.

Ritorna in Italia nel 1992 e tra il 1994 ed il 1996 collabora con Pino Daniele come musicista ed arrangiatrice e con Dewey Redman, con la cui band va in tour per molti anni negli Stati Uniti, in Europa ed in Sudamerica.

Collabora frequentemente con i coreografi Roberta Garrison, Maia Claire Garrison e Teri J. Weikel e con attori come Franca Valeri, Gabriele Lavia, Rocco Papaleo, Chiara Caselli, Michele Placido, Stefano Benni, Giuseppe Cederna e Lella Costa.

Ha composto colonne sonore per Cinema e Teatro (Emma Dante, Fausto Paravidino, Spiro Scimone, Letizia Russo). Nel 2011 ha vinto i premi ‘Ciak d’oro’ , ‘ Nastro d’argento’ e ‘Davide di Donatello’ per la migliore colonna sonora al film ‘Basilicata Coast to Coast’ di Rocco Papaleo. Nel 2012 viene premiata come miglior musicista dell’anno, secondo il sondaggio della rivista “Musica Jazz”.

 

STEFANO COCCO CANTINI

Nasce a Follonica sul mare!! nel ‘56.

Ha collaborato regolarmente con alcuni tra i più grandi jazzisti nazionali e internazionali come: Chet Baker, Elvin Jones, Michel Petrucciani, Cameron Brown, Didier LockWood, Michel Benita, Billy Cobham, Dave Holland, Billy Hart, Kenny Wheeler, Billy Elgart, Manhù Roche, N. Lee, Dave Liebman, Richie Beirach, Antonello Salis Ares Tavolazzi, Roberto Gatto, Mauro Grossi, Louis Sclavis, Rita Marcotulli, Massimo Urbani, Furio Di Castri, Ramberto Ciammarughi, Paolo Fresu, Luca Flores, Danilo Rea, Anders Shoenlberg, Palle Daniellson, Enrico Rava. Stefano Bollani, Flora Purim, Airto Moreira, Philippe Petrucciani, Nathalie Blanc etc….

Numerose sono le tourneés in Italia e all’estero con artisti di musica leggera: Ray Charles, Phil Collins, Raf, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Alejandro Sanz, Ivana Spagna e altri.

Anche il teatro è stato fonte di interessanti esperienze; ha composto ed eseguito brani in spettacoli teatrali con Giorgio Albertazzi, Arnoldo Foà, Paolo Haendel, Davide Riondino ed altri. Ha eseguito concerti nei più importanti teatri del mondo tra i quali: il NATIONAL ART CENTER di Ottawa e l’OLIMPIA di Parigi.

Ha inciso numerosi dischi fra i quali: “STOPARDING” del quartetto Giochi Proibiti e sempre con questo gruppo “TOUCAN” con Rava, “BOBERA” con i Libens, “WHAT COLOUR FOR A TALE“ di Furio Di Castri e moltissimi altri come ospite solista.

Nel 2001 pubblica, con Materiali Sonori, il suo primo cd da leader “NICCOLINA AL MARE”. E’ un omaggio al grande Michel Petrucciani con il quale Cantini ha collaborato.

Nel 2003 collabora ad un progetto di Raffaello Pareti, con Antonello Salis realizzando una produzione del Grey Cat Festival e pubblica il disco “IL CIRCO” per l’etichetta Egea presentandolo ad Umbria Jazz 2003. Uscito da pochissimo l’ultimo lavoro dal titolo L’amico del vento pubblicato da EGEA con Rita Marcotulli e gli Archestring projet diretti da Mauro Grossi. Con questo progetto ha partecipato al Jazz Festival di Montreal 2006 in Canada ottenendo un incredibile successo. L’americana Down Beat, la piu importante testata giornalistica musicale mondiale nella quale scrivono giornalisti come Juan Rodriguez lo ha definito uno dei più grandi interpreti mondiali del sax soprano e l’autore del miglior concerto della settimana del festival. Nel maggio 2008 è stato invitato al Jazz festival di Charleston nel South Carolina con il suo nuovo ” ERRANTE” cd EGEA del 2010.

Nuova uscita anche per il cd “LIVING COLTRANE” prodotto da Toscana Produzione Audio Video e distribuito EGEA.

 Matera, Lunedì 19 agosto

  • Ø Ore 12

Terrazzo Hotel Belvedere via Casalnuovo 133, ingresso libero fino a esaurimento posti

En Sabir

Canti del Mediterraneo e oltre (II parte)

 Matera, Terrazzo Le Monacelle ore 21 – ingresso euro 15

TRILOK GURTU Band

Trilok Gurtu, percussioni, voce (India)

Jonathan Ihlenfeld Cuniado, basso (Spagna-Germania)

Tulug Tirpan, piano & tastiere (Turchia)

Matthias Schriefl, tromba (Germania)

 Trilok Gurtu revered Indian rhythm merchant combines his own roots with that of one of the world’s most ancient instruments dating back to 1500BC…trumpets were even found in Tutankhamun’s tomb and in sites from China to Peru. Trilok takes tunes from Dizzy Gillespie (Manteca), Miles Davis (Jack Johnson, All Blues) and his mentor Don Cherry interpreting them in his own Indian style, with today’s top Jazz trumpeters contributing both their own tunes and performances ‐ including Paolo Fresu, Nils Petter Molvaer, Ibrahim Maalouf, Matthias Hofs, Matthias Schriefl, Hasan Gözetlik and Ambrose Akinmusire. Trilok has attracted considerable praise for his inventive collaborative efforts and this project follows on from his recent adventures with Marcus Miller, Tigran Hamasyan and

Martin Grubinger while he continued with both Jan Garbarek and Oumou Sangare as live guests. Indeed his status as a “serial collaborator” a phrase coined by the BBC’s Rita Ray is always being renewed and enhanced as he blazes his own trail combining music as diverse as Omara Portuondo, Shankar Mahadevan, with Classic sounds of Bartok, Takemitsu and Philip Glass in an open career of multiple musical influences. Trilok has added tremendous energy as Special Guest in Jan Garbarek’s Group while continuing the trio with Omar Sosa and Paolo Fresu and his work with Arke String Quartet. Now a new chapter beckons. TRILOK GURTU “SPELLBOUND” NEW ALBUM AND TOURING Live events from Trilok’s Trumpet project in 2013/14 are expected throughout the year, with a variety of the CD Guest Trumpeters taking a leading role with a new Trilok trio/quartet/quintet. A 2013 release thru Joachim Becker’s new label Moosicus Records is planned.

 Miglionico, martedì 20 agosto

Le vie della musica

FILM GRAD

VIA APPIA

UN FILM DI PAOLO DE FALCO

In Now the river un concerto in viaggio tra jazz rock e afro music

PAOLO DE FALCO regista di cinema e teatro. Attore e musicista. Scrittore. Artista complesso e cosmopolita ha studiato e lavorato in diversi paesi. È stato il leader dei Fools che nel ‘92 vincono il concorso di Anagrumba come miglior gruppo rock pugliese, registrando un album collettivo insieme ai migliori gruppi italiani.

Ha composto per diversi coreografi italiani e internazionali. Con questo progetto torna alla musica dopo molti anni, proponendo un concerto di sue composizioni che si muove tra atmosfere rock e jazz, blues e afro rielaborate in una chiave personale, insieme intimista e solare.

 

GIACOMO MONGELLI batterista e percussionista ha partecipato a numerosi corsi e seminari tenuti da: G. Trovesi, G. Basso, C. Zingaro, J. Leandre, S. Battaglia, P. Damiani, D. Liebman, M. Stockhausen, S. Potts. Ha studiato batteria con Billy Drummond, Bobby Dhuram, Fabrizio Sferra, Roberto Gatto. Si diploma con lode presso la cattedra di Jazz primo livello presso il Conservatorio N. Rota di Monopoli. Ha suonato con diversi musicisti tra cui: S. Potts, G. Lenoci, D.Murray, P. Montagne, T. Ho Bynum, T. Ghiglioni, M. Stockhausen, I. Serto, K. Carter, M. Magliocchi, F. Mezzina, K. Berger, R. Ottaviano, G. Trovesi, G. Partipilo, G. Maier, partecipando a numerosi festival in Italia e all’estero. Vince il Premio delle Arti 2007 nella sezione Jazz e nello stesso anno registra il suo primo lavoro discografico, Suite 24, in compagnia dei musicisti G. Lenoci, G. Partipilo, G. Maier edito dalla Dodicilune. Parte dei brani presenti sul disco Suite 24 saranno la colonna sonora del film Via Appia del regista P. De Falco partecipando al Torino Film Festival, Bifest Bari, Festival del Cinema Europeo di Lecce.

 

ROBERTO INCIARDI studia chitarra jazz con i maestri Guido Di Leone e Gabriele D’Angela e teoria jazz con i maestri Nico Marziliano e Nico Catacchio presso Il Pentagramma di Bari. Si avvicina al contrabbasso studiando con il maestro Enzo Pietropaoli ed approfondendo gli studi attraverso un corso di perfezionamento jazz con Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Fabrizio Sferra e Daniele Scanappieco presso l’Accademia Musicale Romana. Ha avuto occasione di collaborare con musicisti di rilievo come Ian Paice (Deep Purple), Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Achille Succi, Steve Hudson, Roberto Ottaviano, Gaetano Partipilo, Tom Kirkpatrick, Giampaolo Ascolese, Francesco Villani ed altri, in varie occasioni tra cui il Sziget Sound Fest, il Salt Jazz Festival, Razziamoci (Basilicata), il Roccalling Festival, la 63a stagione concertistica di Taranto etc. Ha suonato con il gruppo Spiritonascosto che, al concorso nazionale di Albanella di musiche d’autore, si è classificato al primo posto. In qualità di ospite ha inciso il disco “Pazzo Van Gogh” un progetto di ricerca artistica ispirato ad un testo di Antonin Artaud per l’etichetta “Digressione Music”. Nel 2013 partecipa a Sea Winds lavoro discografico, per l’etichetta Four, dell’ European Sound Project, formazione con cui collabora da diversi anni composta da Nico Marziliano al pianoforte, Felice Mezzina ai sax e Franco Guarnieri alla batteria.

 

FRANCESCO FORNARELLI pianista barese di formazione jazzistica.

Dal 1989 inizia lo studio del pianoforte e delle tastiere seguendo diversi corsi di perfezionamento in armonia e pianoforte jazz presso il Pentagramma di Bari. Ha frequentato il corso avanzato di musica jazz al conservatorio “N. Paganini” di Genova e ha seguito corsi individuali di pianoforte Jazz con il maestro Gianni Lenoci. Ha suonato in diversi festival ed ha inciso per “Setola di Maiale”, collaborando con diversi musicisti pugliesi.

 

GIORGIO DISTANTE nato a Cisternino, comincia a suonare il clarinetto ed il pianoforte

all’età di 5 anni e la tromba a 10. Si diploma in tromba nel1998 presso il Conservatorio di Monopoli e comincia a suonare professionalmente dal 1997. Ha preso parte a workshop e seminari tenuti da Jimmy Owens, George Cables, Giulio Capiozzo, Cameron Brown, Marco Tamburini, Garrison Fewell, Claudio Fasoli, Eddie Henderson, Hall Crook, Joe Lovano, Annette Vande Gorne, Alvin Curran, Luigi Ceccarelli, Alvise Vidolin. Nel 2000 riceve una borsa di studio dal Berklee College of Music di Boston (MA) ed ha vissuto a Boston dal 2001 al 2004, frequentando classi di improvvisazione, arrangiamento e composizione e lavorando con musicisti della zona. Tornato in Italia entra a far parte della Meridiana Multijazz Orchestra (featuring Louis Moholo e Keith Tippet) e della A.M.P. Big Band (featuring Bob Mintzer, Mike Stern, Peter Erskine and Hiram Bullok). Ha fatto parte del nuovo progetto di Uri Caine “Pulse”. Nel 2009 si laurea con il massimo dei voti in Musica Elettronica presso il conservatorio di Perugia sotto la guida del M. Luigi Ceccarelli. Scrive i propri softwares per trattare in modo diverso il suono della tromba e sviluppando il tutto in progetti in SOLO, duo e trio, esplorando le possibilità di nuove tecnologie audio e video applicate a strumenti acustici. Collabora con vari progetti che spaziano dal jazz alla musica popolare, balcanica e contemporanea come Talea, Admir Shkurtaj Trio, E.I.J., Nadan, Electroshop, Fanfara Populara, Marinaria, Carolina Bubbico ed altri. Nel 2012 esce RAV, il suo primo lavoro discografico in solo, edito dall’etichetta Improvvisatore involontario, ed è nominato tra i migliori 100 dischi dalla rivista Jazzit per i Jazzit Awards 2012.

  

Matera, venerdì 15 Novembre

  • Ø ore 21 Casa Cava, ingresso euro 30

area “Carte Blanche”

–          Patrizio Fariselli, piano, sinth

–          Ares Tavolazzi, basso elettrico

–          Paolo Tofani, Trikanta Veena, live, elettrico

–          Walter Paoli, batteria

Matera, sabato 16 Novembre Casa Cava

  • Ø  ore 21 Casa Cava. Ingresso euro 30. Si consiglia la prenotazione

area “Carte Blanche”

 

MATERA Sabato 7 dicembre

  • Ø ore 21 Casa Cava, ingresso euro 25

“Jazzy Christmas”

Paolo Fresu Quintet

Paolo Fresu, Tromba

Tino Tracanna, sassofoni

Roberto Cipelli, pianoforte

Attilio Zanchi, contrabbasso

Ettore Fioravanti batteria

Ospite: Daniele di Bonaventura

 

Tito (PZ)

Domenica 8 dicembre

Centro per la Creatività Cecilia ore 21, ingresso euro 25

“Jazzy Christmas”

Paolo Fresu Quintet

Paolo Fresu, Tromba

Tino Tracanna, sassofoni

Roberto Cipelli, pianoforte

Attilio Zanchi, contrabbasso

Ettore Fioravanti batteria

Ospite: Daniele Di Bonaventura, fisarmonica

 

 

Prevendita dei concerti a Matera:

Libreria dell’Arco – Via Ridola, 36 – 0835311111

Ferula Viaggi – Via Cappelluti, 34 – 0835336572

 

Info: Onyx Jazz Club – Via Cavalieri di V. Veneto, 20_Matera

 3314711589 info@onyxjazzclub.it – www.onyxjazzclub.it

 

Gezziamoci, il Jazz Festival di Basilicata

A cura dell’Onyx Jazz Club_Matera, Comune di Matera, Comune di Tito

 In collaborazione con:

Unione Europea

Regione Basilicata

Provincia di Matera

Circolo Arci Linea Gotica, Ferrandina

Corsi di Musica Onyx

Onyx_Ambiente

Ass. Amici del Parco della Murgia Materana

Monacelle Cultura

Accademia dello Spettacolo, Ortona

 Sponsor Ufficiale

Banca Popolare del Mezzogiorno

Mutinati Officina D’Interni

Onyx Jazz Club per MATERA Capitale Europea della Cultura 2019

Print Friendly