Rete Italiana di Cultura Popolare – Bandi Modulo Formativo e Modulo Performativo

Regione Calabria
Regione Calabria

Il 2012 della Rete Italiana di Cultura Popolare è l’anno della PARTECIPAZIONE, un anno in cui sarà possibile prendere attivamente parte alla Rete tramite gli strumenti e le attività messe a disposizione di tutti gli iscritti.

Negli ultimi anni è nata una nuova necessità di coinvolgimento che risponde all’esigenza di dover progettare risposte pertinenti e adeguate rispetto ai mutamenti collettivi nei modelli di fruizione, di apprendimento, di creazione delle idee, di risoluzione dei problemi, di utilizzo e condivisione dei contenuti culturali.

Il termine crowdsourcing è un neologismo (da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività) coniato da Jeff Howe, giornalista americano, editore di “Wired Magazine”, per indicare un modello organizzativo in cui un’azienda o un’istituzione, delega a un insieme di persone, non già organizzate in un team, lo sviluppo di un prodotto, un servizio. Questo modello è man mano diventato un principio di lavoro, adottato anche dalle imprese, per chiedere suggerimenti, soluzioni e anche idee creative.
E’ quindi possibile adottare questo principio anche nella gestione di un progetto culturale?
E’ possibile che i progetti culturali siano pronti per un nuovo modello di “utente”, contemporaneo, le cui abitudini sono ormai modificate dall’esposizione continua e prolungata ai nuovi modelli di condivisione sociale, di informazione, di approvvigionamento e di manipolazione dei prodotti di creatività? E forse, infine, non rischia di essere riduttivo il concetto di “utente” o di “spettatore”?
Come partecipare? A che progetti?
Da sempre il lavoro e la missione della Rete è mettere in relazione, creare un tessuto di rapporti tra soggetti differenti per ottenere, con uno sforzo comune, un risultato di rilievo per tutti. Da quest’anno è possibile far parte della Rete grazie a due principali tipologie di adesione: quella individuale, riservata ad associazioni e singoli cittadini e quella morale, per gli enti pubblici, in specifico per i comuni di media e piccola grandezza.
Nel 2012 le possibilità per partecipare si moltiplicano e per le associazioni e i singoli cittadini vengono proposti nuovi strumenti: la Community della Rete, online da gennaio, la Web Radio, i cui lavori di redazione procedono in vista del prossimo debutto online, è possibile candidare un Testimone della Cultura Popolare ®, mettere in Rete un patrimonio culturale del proprio territorio, candidarlo a diventare sede dell’Università Itinerante o farlo diventare luogo di sviluppo del progetto Indovina chi viene a cena…?.


Scarica i I Bandi in sintesi.

Print Friendly

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.