Speciale elezioni europee ed amministrative 2014

Speciale elezioni europee ed amministrative 2014

Tutte le informazioni sull’appuntamento elettorale del 25 maggio 2014.
I candidati alla Presidenza della commissione europea

Quest’anno, almeno in linea teorica, gli elettori avranno la possibilità di eleggere anche il futuro Presidente della commissione europea. In linea teorica perché in verità non è stabilito per legge. Secondo il Trattato di Lisbona, il Parlamento Europeo eleggerà il Presidente della Commissione Europea (capo dell’esecutivo) sulla base di una proposta fatta dal Consiglio europeo, “prendendo in considerazione le elezioni europee”. E c’è già chi ha messo le mani avanti in merito. Nonostante questo, ci sono alcuni candidati palesi alla presidenza.

Martin Schulz (PSE)
Guy Verhofstadt (ALDE)
Alexis Tsipras (L’altra Europa)
José Bove e Ska Keller (Verdi)
Jean Claude Juncker (PPE)
Marine Le Pen, invece, non sarà candidata. Alleanza Europea per la Libertà (Eaf), di estrema destra, ha annunciato che non presenterà nessun candidato alla presidenza.

 

Percentuale dei votanti:

Affluenza alle urne

Provincia di COSENZA – Affluenza alle urne – Elezioni europee del 25 maggio 2014

      Domenica  
    ore 12,00 ore 19,00 ore 23,00  
    % % %  
COSENZA definitivo 12,98 36,38 50,84 68,39  
TREBISACCE definitivo 10,07 26,32 40,81 68,22  

RISULTATI DI TREBISACCE

Elettori: 7.872 – Votanti: 3.213 (40,81 %) Sezioni pervenute: Definitivo Dato aggiornato al 26/05/2014 – 04:22

  Liste Voti %
PARTITO DEMOCRATICO 1.311 44,27
 
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 646 21,81
 
FORZA ITALIA 522 17,62
 
NUOVO CENTRO DESTRA – UDC 245 8,27
 
L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS 112 3,78
 
FRATELLI D’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE 60 2,02
 
LEGA NORD-DIE FREIHEITLICHEN-BASTA €URO 24 0,81
 
ITALIA DEI VALORI 19 0,64
 
VERDI EUROPEI-GREEN ITALIA 12 0,40
 
SCELTA EUROPEA 7 0,23
 
IO CAMBIO – MAIE 3 0,10
 
  Totale 2.961  
Schede bianche 63 1,96 %
Schede nulle 189 5,88 %
Schede contestate e non assegnate
 
I dati si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti, retti da magistrati. La ripartizione dei seggi e l’individuazione degli eletti non tengono conto di eventuali “opzioni”, incompatibilità e surroghe.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly